0471 796153 info@scuola-sci.com
scroll down
Il nostro blog - 01/12/18 - 06/04/19

Sine cura

Cari lettori,
vorrei condividere con voi un tema di grande importanza: La sicurezza e lo sci. Di primo acchito
agli addetti ai lavori, e spero anche a tutti voi, vengono in mente due cose:
Le regole di comportamento da tenere sulle piste da sci e il casco, il paraschiena o guscio o
tartaruga. Parlerò anche di questi aspetti, ma prima di tutto vorrei soffermarmi sulla parola.
Sicurezza, deriva dal latino, sine cura. Eccoci di nuovo a scuola! In effetti, siamo a scuola, quella di
sci, che con il latino c’entra poco! Comunque, sine cura significa senza preoccupazione e da qui
vorrei partire.
Alcuni penseranno: ecco, due grappini e via, giù senza preoccupazione! Beh, si, i grappini i maestri
li hanno sempre bevuti e un tempo si può dire che erano parte integrante della didattica, ma oggi le
piste sono preparate, lisce, velocissime e affollatissime. Se cercate spensieratezza con i grappini,
forse la troverete, ma la realtà è che il rischio di finire addosso a qualcun’altro è notevole e se
questa eventualità non è una vostra preoccupazione, mi dispiace per voi, ma oggi la società non lo
accetta e rischiate una denuncia per lesioni colpose.
Chiudo la parentesi sui grappini e invece vorrei soffermarmi sul vero senso della parola sicurezza,
quello di sciare senza preoccupazione, e ora intendo liberi da preoccupazioni. Preoccupazioni per
se stessi e per gli altri. Oggi va molto di moda il concetto di prevenzione, che è un’ottima strategia,
purché non venga meno il senso di responsabilità per sé stessi. Vengo subito al punto, mi metto il
casco, il paraschiena e mi sento protetto e sicuro. Il rischio è, che inconsciamente demando il mio
senso di responsabilità al casco. Il casco mi potrà proteggere - purtroppo non sempre - ma
comunque, solo quando sono già caduto, cioè quando la mia imprudenza o impreparazione hanno
prevalso. Dovremmo allora sciare super prudenti e preoccupati? Certo che no! Anzi, l’esatto
contrario. Infatti, stiamo analizzando il miglior modo per sciare senza preoccupazioni. Una
soluzione è quella di essere preparati, di acquisire esperienza e di imparare a sciare meglio.
È bene sapere che sia la mascherina, che il casco, diminuiscono la percezione della velocità, il che
significa che con ogni probabilità andrete più veloci di quello che vi immaginate. Quindi il mio
parere è: con il casco si, ma soprattutto con la testa. A proposito di questo concetto, voglio
raccontarvi un dialogo che rispecchia moto bene questo concetto. Alcuni anni fa, andai ad
intervistare un grandissimo dello sci italiano sull’argomento della paura. Avevo scritto un libro e
volevo conoscere il parere di Gustavo Thoeni sulle mie considerazioni. Mi raccontò che, alla sua
epoca, le protezioni della pista non erano come oggi, quindi in discesa libera gli atleti cercavano di
vincere, ma consci del pericolo che correvano. Erano obbligati a trovare un compromesso fra
l’assumersi i rischi per poter vincere, senza però superarli per salvare la loro vita. Riassumendo:
mettiamoci il casco ma comportiamoci come se non lo avessimo.
Il rispetto di sé stessi: non farsi male.
Il rispetto degli altri: la gestione dello spazio intorno a noi - non solo non far male a loro - ma non
disturbarli.
Le regole di comportamento sono scritte dappertutto, le potete consultare su link regole. Mi
soffermerò su ogni una in successivi articoli, con lo scopo di sensibilizzarvi ulteriormente
sull’argomento.
Qualsiasi mestiere porta la persona ad una grande dimestichezza del proprio lavoro. Un tassinaro
saprà certamente intuire il comportamento dell’autista che gli sta davanti meglio che non il
guidatore della domenica, così come capita se può, in quel momento sorpassare. Saper
distinguere i tipi di neve, saper prevedere come sarà la neve al pomeriggio, conoscere gli orari di
affollamento di certe piste, conoscere i propri punti deboli… Solo alcuni aspetti importanti al
raggiungimento di una sciata serena.
Se mi concedete il gioco di parole, essere pionieri, per la nostra scuola è quasi sinonimo di
continuità. Siamo fieri di essere i primi ad offrirvi un percorso educativo sul “benessere” dello sci.
Infatti, proponiamo il corso xxx. Crediamo fermamente in questo progetto, tanto è che lo abbiamo
inserito d’ufficio nei corsi di tutti i bambini, compresi quelli per i nostri piccoli concittadini di Ortisei.
Spero che ogni genitore possa convincersi, partecipando a questo progetto, di fare una cosa
buona per sé stesso, di essere da esempio per i propri figli, ma anche di diventare un convinto
promotore di questa filosofia per gli altri appassionati di questo meraviglioso sport.

Vedi tutti gli articoli
La Scuola Sci amica delle famiglie
Imparare a sciare giocando con la Scuola Sci Ortisei: i nostri piccoli ospiti affrontano le loro prime curve sulle piste da sci appena battute.
Più di 30 maestri di sci specializzati nell'insegnamento ai bambini garantiscono la migliore assistenza possibile.
Leggi di più
Illimitato piacere sciistico per adulti
Il team altamente motivato di maestri di sci professionisti insegna la giusta tecnica sciistica per sciatori principianti, intermedi o esperti.
Leggi di più
Snowboard, che passione!
Partecipate ai nostri corsi intensivi di snowboard e provate il piacere di sciare sulla neve fresca e polverosa.
Leggi di più
Lezioni private in tutte le discipline
Prenotate ora le vostre lezioni individuali e godetevi i primi successi!
Leggi di più
Promozioni speciali
La Scuola Sci e Snowboard Ortisei offre prezzi speciali offerte - Prenotate subito il vostro corso di sci e snowboard ad un prezzo imbattibile!
Leggi di più
I nostri noleggi sci
I noleggi sci della Scuola Sci Ortisei dispongono di un'attrezzatura da sci e snowboard di alta qualità per una meravigliosa giornata sulle piste da sci.
Leggi di più